SINDROME DE LA “SCHIENA FALLITA” (FAILED BACK SYNDROM)

“Failed back syndrome “è un termine comunemente utilizzato per descrivere i pazienti che hanno subito la chirurgia della colonna lombare continuano ad avere dolore cronico persistente. Ovviamente non una diagnosi in sé, ma un termine usato per descrivere un gruppo ampio e diversificato di pazienti che hanno subito una serie di interventi chirurgici, della colonna lombare, con risultati insoddisfacenti. Molti ricercatori hanno cercato di individuare la causa di questi scarsi risultati, nella speranza che possa essere trattata o prevenuta. Per molti, questa ricerca è diventata la ricerca del Santo Graal “. Purtroppo, le cause, che comprendono, tra gli altri, la selezione inadeguata dei pazienti per la chirurgia, sono talmente diverse da impedire una soluzione unica preventivi o terapeutici. fibrosi epidurale è una delle cause di questa sindrome, per cui abbiamo cercato di trovare modi per prevenirne la comparsa. fibrosi epidurale è una conseguenza attesa per la guarigione di qualsiasi intervento che invadono il canale del midollo spinale. Questo tessuto cicatriziale nei muscoli e tessuto adiposo possono diffondersi nel vicino canale spinale e attaccato alle radici dura e nervosa, causando sintomi quali dolore ricorrente, che può portare al fallimento della chirurgia spinale. Inoltre, aderenze epidurali fare un reintervento nella stessa zona è tecnicamente difficile e pericoloso perché il rischio di lesioni alle radici nervose e provocando lacerazioni alla dura fistola del liquido cerebrospinale è molto alta.

Pertanto, qualsiasi paziente con una sindrome di nuovo fallito la nostra prima reazione sarà quella di rivedere la diagnosi della malattia e quindi il trattamento. E ‘possibile che il paziente sia stato qualcosa che non era il risultato o di trattamento non ha avuto successo. Più comunemente, la colonna vertebrale è diventato instabile dopo la rimozione di parte del tessuto osseo o che non hanno attivato innesti ossei sono stati collocati e che ciò è avvenuto pseudoartrosi. E ‘anche possibile che un insieme danno alle radici nervose, che può o non può essere reversibile. In ogni caso, quindi, la prima cosa da fare è rivedere il caso accuratamente. Se vogliamo trovare le cause di dolore, andare al trattamento a causa loro (il più comune è che il paziente abbia instabilità segmentale della colonna vertebrale ed è necessario praticare la fusione. A volte troviamo irreversibili danni dei tessuti nervosi e applicare le tecniche di trattamento del dolore cronico ribelle. La scienza attuale consente molte possibilità, dalla terapia fisica o farmaci a misure più aggressive, come la chirurgia. E ‘qui dove Neurochirurgia può essere molto utile.

PERCHE ‘mal di schiena?

Il mal di schiena o mal di schiena può avere molteplici cause, quali lo sforzo del muscolo addominale o lesioni a produrre mal di schiena. Ma la causa può anche essere la spina dorsale, le lesioni del disco intervertebrale o nel midollo spinale stesso o le sue radici. Questi sono casi in cui si può assistere Neurochirurgia.

Nei pazienti più giovani (20-40 anni) si è soliti provare ernie del disco. Questi sono i pazienti con sciatica, mal di schiena anche. Nei pazienti più anziani (60-80 anni), più spesso l’origine è sfaccettatura ipertrofia e / o stenosi lombare. Entrambi si riferiscono ad una crescita delle ossa (artrosi), che forma le vertebre, per cui appare restringimenti e gli attriti che danno i nervi nelle vicinanze causando dolore. Più importante, la diagnosi della causa, in quanto ogni ente richiede un trattamento specifico.

Con una ernia del disco COSA HANNO opzioni di trattamento?

Le tecniche di trattamento sono sempre meno aggressivi. Le ultime includono chemionucleolisi, microchirurgia e disco disco endoscopia.

L’iniezione è chemionucleolisi all’interno del disco di una sostanza (chimopapaina) per distruggerla. Anche se può essere eseguita solo in anestesia locale, l’iniezione chimopapaina è molto doloroso, per cui preferisce la presenza di un anestesista che amministrerà i antidolorifici adeguati sotto controllo stretto della loro segni vitali.

L’iniezione di gas ozono è iniettato nel disco spinale danneggiato ed i muscoli circostanti, contribuendo così a cancellare l’infiammazione della radice del nervo e quindi il disagio del paziente. Non è sempre efficace, ma quando è evita la necessità di altri trattamenti più aggressivi.

Microchirurgia è la rimozione del disco danneggiato utilizzando il microscopio operatorio attraverso una piccola incisione di circa 1,8 millimetri di lunghezza.

endoscopica disco viene rimossa con uno o due tubi sottili collegato ad una telecamera e diversi canali di lavoro per introdurre gli strumenti necessari.

Dopo chemionucleolisi è raccomandato (anche se non strettamente necessario) per rimanere connesso 24 ore, circa le possibili reazioni al farmaco. Dopo microchirurgia o un disco di scarico endoscopia viene ricevuto in genere entro 24 ore.

Mio mal di schiena non risponde alla TERAPIA FISICA O FARMACI CHE COSA POSSO FARE?

Nei pazienti più anziani più spesso isolato mal di schiena, senza sciatica.

La causa più comune è che la crescita delle ossa che formano la colonna vertebrale e aiuta a produrre attrito stenosi, provocando dolore.

In molti casi è possibile iniziare a condurre una denervazione sfaccettatura. Si tratta di una procedura ambulatoriale, senza reddito, che è la distruzione dei nervi piccolo faccette articolari che si verificano attriti. E ‘fatto con un ago per introdurre il mal di schiena che riproduce il paziente in questione, e quindi applicare le onde a radiofrequenza per distruggere questi nervi. Il risultato è una lunghezza variabile nel tempo, pochi mesi a diversi anni.

In altri casi, deve essere fatta direttamente canale una ricalibratura di fusione lombosacrale. Questo intervento comporta la rimozione dalla macinazione di ossa artritiche che sta danneggiando i nervi (ricalibrazione), più la posizione delle vertebre con un sistema simile ad un patibolo (artrodesi). Il sistema che utilizziamo è fatto di un materiale in lega di titanio con elasticità molto buona e la forza. Una volta fissato, le vertebre spesso fermata male.

La fusione è un lungo intervento chirurgico (4-5 ore) è di solito eseguita con il paziente sdraiato a faccia in giù. Alcuni pazienti non possono rimanere in questa posizione da molto tempo (problemi di obesità, del cuore o la respirazione, ecc), quindi vengono considerati pazienti ad alto rischio sono di solito non ammissibili per un intervento chirurgico in altri centri. La soluzione in molti di essi esegue intervento chirurgico in posizione laterale (sdraiato lateralmente). Ciò richiede una maggiore perizia chirurgica e prolunga la chirurgia in circa 30 minuti per livello operati, ma riduce invece le potenziali complicazioni e consente un intervento per alcuni pazienti che altrimenti sarebbero condannati a non ricevere più trattamento conservativo (farmaci fisioterapia).


Come è la gestione successiva alla chiusura? Farà male?

Questa chirurgia è di solito doloroso le prime 48 ore dopo l’intervento. Per questo motivo l’anestesista somministrare trattamenti speciali, in aggiunta alle usuali antidolorifici. I due più comuni sono l’analgesia intratecale e pompa PCA.

analgesia intratecale è colpendo alla schiena prima dell’intervento, il sacco che circonda il midollo spinale, un potente analgesico. Il suo effetto è evidente tra 6 e 36 ore dopo la somministrazione, permettendo grande conforto in questi due giorni sono i peggiori nel periodo postoperatorio.

È anche possibile offrire la somministrazione di sedativi dalla pompa PCA. Questo è un piccolo computer con un pulsante e il siero contenente antidolorifici, collegato a una vena. L’attivazione di spingere se stessi antidolorifici dato numero di volte. Nessun pericolo di sovradosaggio, e di essere programmato con limiti adeguati per il loro peso, l’età e la chirurgia.

Dovrò essere ricoverato in ospedale per un lungo periodo?

Dopo una scarica di fusione lombosacrale è di solito dato al 4 ° -6 ° giorno, a seconda del numero di livelli operato, come l’intervento è passato e come il vostro corpo recupera da un intervento chirurgico.

Quali sono le complicanze?

Il più comune è il sanguinamento, che talvolta hanno richiesto una trasfusione.

Se lo si desidera, si può essere il donatore proprio (autologo) e dovrebbe informarci di almeno cinque settimane di anticipo. Per fare ciò abbiamo bisogno di sangue prelevato una volta alla settimana per quattro settimane e deve assumere farmaci che favoriscono la formazione del sangue.

Se non si desidera essere trasfuso anche con il proprio sangue, si deve anche informare settimane di anticipo, al fine di preparare il corpo per la chirurgia. In questo caso, l’anestesista sarà informato in dettaglio delle fasi e delle condizioni necessari per eseguire l’intervento chirurgico.

Altre possibili complicanze, meno comuni, derivano dalla posizione (a faccia in giù) ha mantenuto per ore, soprattutto di cuore, polmone o compressione di un nervo. Ovviamente il chirurgo e anestesista adotteranno misure appropriate per ridurre la possibilità di complicanze e di trattarli il più presto possibile se si verificano.

COSA per ottenere risultati?

Nel caso di ernia del disco in genere risultati, in generale, molto soddisfacente dal momento dell’intervento chirurgico. Rimossa la causa del dolore (disco), che normalmente scompare. È possibile, tuttavia, essere una magnitudine lombare dolore residuo reversibile.

denervazione delle faccette è una procedura i cui risultati sono temporanei, che vanno da 6 mesi a diversi anni. Il suo scopo è quello di ritardare l’attuazione di una artrodesi lombo-sacrale in pazienti di età.

artrodesi lombo-sacrale ha anche risultati positivi nel tempo, con il sollievo dal dolore per alcuni anni. In alcuni casi pochi anni passati e il progresso della osteoartrite, colpisce le vertebre sopra l’intervento chirurgico, possono iniziare a far male. Di solito il problema è risolto con una denervazione sfaccettatura, ma a volte può essere necessario un reintervento e ripetere la procedura, eliminando il primo materiale e l’introduzione di fusione in possesso di un maggior numero di vertebre

IN SINTESI

La cosa più importante del mal di schiena è un adeguato esame clinico che ci conducono verso la diagnosi accurata. Le opzioni di trattamento sono vari, a seconda della fonte di dolore. Anche in pazienti difficili, c’è sempre di effettuare una valutazione a considerare la possibilità.

¿Cómo solucionar mi caso?