HIPERHIDROSIS

L’iperidrosi è l’aumentata sudorazione in una qualsiasi parte del corpo. Può influenzare mani, piedi, ascelle, fronte, ecc La zona spesso più fastidiosa è nelle mani (iperidrosi palmare).

Iperidrosi palmare
Iperidrosi facciale
Iperidrosi palmare
Iperidrosi facciale
Iperidrosi ascellare
Iperidrosi plantare
Iperidrosi ascellare
Iperidrosi plantare
tossina botulinica
Il trattamento iniziale è medico con creme, lozioni e l’applicazione di correnti elettriche. Se non bastasse, l’iniezione di tossina botulinica. Il suo vantaggio è che si può iniettare in cambulatorio, il rovescio della medaglia è che dura solo un po ‘(sempre meno con ogni iniezione), che è costosa e dolorosa da iniettare. Per i casi nei quali itrattamenti medici non sono sufficienti, si puó offrire trattamento chirurgico.

Quali sono le possibilità di trattamento chirurgico?

I pazienti che soffrono di iperidrosi palmare sanno per propria esperienza che i trattamenti conservativi non offrono di solito risultati permanenti, e spesso inefficaci. É In questi casi, quando si può valutare la possibilità di trattamento chirurgico.

La Simpaticectomia toracica ricerca la distruzione selettiva dei gangli simpatici che controllano la sudorazione delle mani. Distrutti questi gangli, la sudorazione sulle mani e le ascelle riduce in modo significativo.

Cos’é la simpaticectomia toracica superiore selettiva?

immagine intraoperatoria simpaticectomia endoscopica

La tecnica originale è stata descritta per la prima volta nel 1927, anche se la tecnica è cambiata notevolmente con apparecchiature moderne e strumenti. Oggi è fatta per via endoscopica, che ha ridotto il trattamento chirurgico aggressivo.

Ci sono diversi modi di distruggere o rimuovere i gangli simpatici responsabili delle mani sudate. Nel nostro centro, l’accesso ai linfonodi viene eseguito per via endoscopica attraverso una singola incisione nel torace, a livello delle ascelle (uno su ciascun lato da operare)di soli 6 mm di dimensione,introducendo un videoendoscopio attraverso cui possiamo vedere i linfonodi e distruggerli con laser o elettrocoagulazione o clip.

Come viene eseguita un’operazione?

Piano di lavoro
Imaging intraoperatorio con sistema di endoscopia in atto
Piano di lavoro
Picture sistema endoscopia intraoperatoria in atto

In anestesia generale, la tecnica comporta l’inserimento di un endoscopio sottile (un tubo), 6mm di diametro, collegato ad una telecamera attraverso una piccola incisione sotto l’ascella. Per evitare complicazioni, il polmone dello stesso lato è collassato. Questo risultato è ottenuto con uno speciale tubo endotracheale con cui selettivamente ventilare un polmone o entrambi, se necessario.

Regime catena simpatica
L’endoscopio è diretto verso il rostro delle costole 2 e 3, sul retro della cavità toracica. Dopo aver individuato i linfonodi da distruggere, e confermato la sua posizione, vengono distrutti con elettrodi laser o elettrocoagulazione o con clip. Infine, dopo aver rimosso l’endoscopio, il polmone è ri-espanso. A volte si mette un sottile tubo di drenaggio attraverso l’incisione iniziale.
Identificazione endoscopica catena simpatica
Livello conferma Rx ad intervenire
Identificazione endoscopica catena simpatica


ID di conferma con un livello di catena endoscopica simpatico Rx ad intervenire

Distruzione endoscopica del simpatico approccio incisione singola catena in simpaticectomia
Incisione approccio unico nel simpaticectomia
Distruzione endoscopica del simpatico approccio incisione singola catena in simpaticectomia

Dopo pochi minuti la procedura viene ripetuta sul lato opposto

Dopo pochi minuti la procedura viene ripetuta sul lato opposto.

Come è il post-operatorio?

Cicatrice approccio endoscopico con un punto di accesso unico

6 ore dopo l’intervento, il paziente può iniziare a mangiare e seduto a letto. Vi verrà chiesto di fare esercizi di respirazione con la respirazione profonda a favorire l’espansione polmonare adeguata. Di solito il paziente viene dimesso dall’ospedale il giorno successivo. Se sono stati collocati drenaggi, 24 ore dopo l’intervento il paziente può camminare, ritardando la dimissione fino a 24 ore dopo la rimozione del drenaggio.

I punti sono interni, in modo tale che non sono visibili né devono essere rimossi.

Cicatrice approccio endoscopico con un punto di accesso unico

 

Quali sono le complicanze?

Le complicanze intra-operatorie sono rare, la più importante raccolta di sangue o di aria nella cavità pleurica. Il trattamento iniziale consiste nel mantenere un drenaggio pleurico uno o più giorni.

Quali sono i risultati ottenuti?

I risultati sono da subito dopo l’intervento chirurgico con la completa asciugatura delle mani e circa l’80% sotto le ascelle. Quando il sudore eccessivo non viene corretto del tutto, di solito per essere state trattate poche fibre, a volte é a causa delle variazioni anatomiche della catena simpatica. Questo può essere corretto ripetendo l’operazione (ma è eccezionale).

Le recidive sono possibili ma sono molto rare.

Stato avanti intervento dopo intervento
Stato per Stato intervento dopo intervento
Stato avanti intervento dopo intervento


Stato per Stato intervento dopo intervento

Uno degli effetti collaterali più comuni è aumentata sudorazione in altre parti del corpo (torace, schiena, glutei, cosce). Può essere ridotto controllando il grado di simpaticectomia o simpaticectomia superselettiva. In questa tecnica non si danneggiano i linfonodi né la catena simpatica ma i ramicomunicanti. La procedura è molto più selettiva, ma è tecnicamente molto più laboriosa e ha più rischi rispetto alla procedura normale. E ‘riservata a casi particolari, con aumento del rischio di iperidrosi compensativa.

Tuttavia, è anche molto comune per una moderata riduzione della sudorazione dei piedi.

In casi selezionati, in grado di eseguire la procedura utilizzando radio frequenza, percutanea, cioè gli aghi. La procedura è ambulatoriale ed eseguito in anestesia locale e sedazione. I loro risultati sono inizialmente buono, ma spesso diventa sudorazione nel corso del tempo, anche se non allo stesso livello di prima. Questo perché la catena simpatica non è stato distrutto e rimosso, ma solo bloccato da un RF bruciare, in modo che i nervi simpatici crescere indietro nel tempo e diventa così la sudorazione. Nelle mani e il viso viene utilizzato nei casi in cui la simpaticectomia endoscopica offerte rischio o un pericolo (Testimoni di Geova, che non accettano la possibilità ipotetica di una trasfusione di sangue). Tuttavia, è più utile nel trattamento della iperidrosi plantare (le piante), dove i risultati non devono essere così perfetto come le mani e dove una piccola quantità di sudore è un problema minore. Oltre simpaticectomia lombare endoscopica è tecnicamente molto più complesso. Simpaticectomia lombare percutanea può essere utilizzata anche in casi di malattie vascolari degli arti inferiori (diabete, malattie vascolari, ) e anche nei casi di dolore neuropatico.

Simpatectomia toracica percutanea per radiofrequenza
Simpatectomia toracica percutanea per radiofrequenza
Simpatectomia toracica percutanea per radiofrequenza

Simpatectomia toracica percutanea per radiofrequenza
Simpatectomia lombare percutanea per radiofrequenza
Simpatectomia lombare percutanea per radiofrequenza
Simpatectomia lombare percutanea per radiofrequenza
Simpatectomia lombare percutanea per radiofrequenza
Situazione pre-operatoria in simpaticectomia lombare percutanea
Situazione post-operatoria in simpaticectomia lombare percutanea
Situazione pre-operatoria in simpaticectomia lombare percutanea

Situazione postoperatoria in simpaticectomia lombare percutanea

IN SINTESI

La tecnica di simpaticectomia endoscopica toracica selettiva è semplice e molto efficace nel trattamento della iperidrosi palmare.

La tecnica che usiamo, con una incisione su ogni lato di operare, la rende ancora meno aggressivoa, più tollerabile e accettabile esteticamente.

Simpaticectomia radiofrequenza percutanea è possibile, ma i risultati sono inferiori a quelle di simpaticectomia endoscopica

Come risolvere il mio caso?