IDROCEFALO CRONICO DELLADULTO

COS’E ‘?

Ventricolare sistema che raccoglie il liquido cerebrospinale causando idrocefalo
Il fluido cerebrospinale (CSF) circonda il cervello e il midollo spinale. Quando la circolazione è bloccata, si accumula, causando allargamento dei ventricoli (cavità all’interno del cervello) e un aumento della pressione all’interno della testa e conseguente idrocefalo.
Ventricolare sistema che raccoglie il liquido cerebrospinale causando idrocefalo
 

Cos’é è l’idrocefalo cronico (NPH)?

Si tratta di una forma di idrocefalo è associata tipica delle persone anziane con disturbi della deambulazione, demenza e problemi di controllo dello sfintere urinario.

QUALI SONO LE CAUSE?

La maggior parte dei casi sono inspiegabili, ma possono verificarsi dopo gli incidenti, interventi chirurgici alla testa, emorragia subaracnoidea, tumori, cisti, ematoma subdurale, meningite e altre infezioni del cervello.

QUALI SONO I SINTOMI?

E ‘caratterizzata da una triade di sintomi: disturbi della deambulazione, demenza e problemi di controllo dello sfintere urinario. Questi sintomi possono non essere tutti presenti o meno nello stesso momento.

Disturbi della deambulazione: camminata instabile ed a piccoli passi, con problemi di girarsi o salire le scale e frequenti cadute. Il disturbo dell’andatura è di solito il primo sintomo a comparire e anche il più visibile.

Disorientamento nel tempo e nello spazio con perdita di memoria

La demenza con perdita di memoria recente, disinteresse per le attività quotidiane, o le difficoltà dei compiti di ogni giorno. I sintomi cognitivi associati con l’ idrocefalo cronico dell’adulto sono di solito meno gravi rispetto ad altre cause di demenza, e spesso vengono attribuiti al normale deterioramento secondario all’età.

Disorientamento nel tempo e nello spazio con perdita di memoria
 
Urgenza urinaria

Problemi di controllo dello sfintere. Di solito consistono di giorno in urgenza urinaria ed incontinenza urinaria nel letto di notte. La perdita completa del controllo dello sfintere può verificarsi nei casi più avanzati. L’urgenza è che quando il paziente sente lo stimolo di urinare non può resistere e se non va al bagno termina immediatamente bagnato.

Urgenza urinaria
 

Sintomi di idrocefalo cronico dell’adulto somigliano a quelli di altre malattie degli anziani, rendendo possibile la confusione. Qualsiasi pre-demenza senile o senile può essere associata ad atrofia cerebrale. Nel Morbo di Parkinson vi sono i disturbi di deambulazione e di demenza, ma non i ventricoli allargati. Nella stenosi spinale il midollo spinale è compresso e spesso causa andatura anomala e incontinenza urinaria.

Come viene diagnosticato l’idrocefalo cronico dell’adulto?

Studi clinici:

  • Analisi dei disturbi dell’andatura.

  • Valutazione dei disturbi cognitivi.

  • Presenza o assenza di urgenza urinaria o incontinenza urinaria.

Studi di neuroimaging:

  • MR o RMN in grado di analizzare la dilatazione dei ventricoli, la circolazione QCS ei nervi circostanti. E ‘il test di scelta, se non nei pazienti con pacemaker o impianti metallici determinati, nei quali CT dovrebbe essere usato.

  • TC o scanner è più veloce ma la qualità dell’immagine è inferiore a risonanza magnetica.   
Immagini TC in immagine idrocefalo cronico dell'adulto
MR in idrocefalo cronico dell'adulto
Immagini TC in immagine idrocefalo cronico dell’adulto
MR in idrocefalo cronico dell’adulto

I test per valutare il probabile esito prima dell’ impianto di uno shunt:

  • Puntura lombare evacuatrice. Permette di misurare la pressione CSF e la sua analisi. Si estrae con un ago circa 50cc di liquor dalla regione lombare. Se i sintomi migliorano (anche se solo per pochi giorni) dovrebbe avere successo il trattamento chirurgico. Quando il risultato è incerto richiede ulteriori studi.

  • Drenaggio lombare esterno. Un catetere viene inserito nella regione lombare, drenaggio CSF ​​intermittente o continuo per diversi giorni, simulando l’effetto dell’operazione.
      
    Puntura lombare evacuati
    Drenaggio lombare esterno
    Puntura lombare evacuati
    Drenaggio lombare esterno

  • Resistenza al drenaggio di CSF. Attraverso una puntura lombare, la pressione di iniezione del siero si misura per vedere la resistenza all’assorbimento. Se la resistenza è alta vuo dire che è necessario un drenaggio.

  • Misurazione della pressione intracranica. Viene inserito attraverso il cranio, un sensore nel cervello o ventricoli. È possibile visualizzare le onde di pressione anomale e pressione bassa o alta.

    Misurazione della pressione intraventricolare
    Misurazione della pressione intracranica
    Misurazione della pressione intraventricolare
    Misurazione della pressione intracranica

  • Cisternografia Isotopica. Un Isotopo radioattivo viene iniettato attraverso una puntura lombare per vedere l’assorbimento di LCR. E ‘raramente usata oggigiorno.

TRATTAMENTO

Parti di una derivazione del liquido cerebrospinale per il trattamento di idrocefalo
Il trattamento chirurgico consiste nell’impianto di uno shunt, un dispositivo che devia il LCR in eccesso del cervello in un’altra parte del corpo dove può essere assorbito. La guida consta di tre componenti: 1) un catetere prossimale che viene inserito nel ventricolo cerebrale o del canale spinale lombare, 2) una valvola che controlla il drenaggio di liquido cerebrospinale, e 3) un catetere distale di scarico CSF ​​eccesso ad un altro parte del corpo, di solito nella cavità peritoneale (addome) (shunt VP). Il catetere distale può anche essere introdotto in una vena nel cuore (ventricolo-atriale). Nel caso dell shunt lombo-peritoneale il catetere viene inserito nella parte bassa della schiena e va sotto la pelle fino all’addome ed arriva alla cavità peritoneale.
Parti di una derivazione del liquido cerebrospinale per il trattamento di idrocefalo
 
VP shunt
VA shunt
Shunt lombo-peritoneale
VP shunt
VA shunt
Shunt lombo-peritoneale

Chi dovrebbe essere coinvolto?

Molti test sono stati proposti, ma nessuno è completamente affidabile nel predire il successo dopo l’impianto dello shunt. Sono associati con buona risposta al deferimento:

  • Disturbo della deambulazione come il primo sintomo e il più importante.

  • Causa nota di idrocefalo cronico dell’adulto, come traumi o emorragie.

  • Ventricolare dimensione maggiore del QCS nello spazio subaracnoideo.

  • Notevole miglioramento dei sintomi dopo una puntura lombare evacuatrice.

  • Pressione arteriosa alta o modello anormale o eccessiva resistenza al riassorbimento del liquido cerebrospinale.

Alcuni pazienti affetti da idrocefalo cronico dell’adulto hanno anche altre malattie che possono alterare la risposta al trattamento.

COME SI PREVEDE DI MIGLIORARE IL PAZIENTE?

Come regola generale, la diagnosi precoce aumente le probabilità di successo.

Il riemergere dei sintomi in un paziente che aveva migliorato dopo uno shunt dovrebbe farci pensare che vi siano problemi con il funzionamento dello shunt.

La coesistenza di altre malattie puó anche influenzare il risultato. Se il paziente ha più disturbi, come morbo di Parkinson e mielopatia cervicale, la maggior parte dei sintomi può non migliorare con il trattamento dell’idrocefalo.

Complicazioni e rischi

Sono più alti nei pazienti più anziani, anche a causa di altre malattie coesistenti.L’ ostruzione shunt è sospettata quando i sintomi si ripresentano dopo un trattamento di successo. Altre complicanze: infezione della ferita, nello shunt e/o nel liquido cerebrospinale (meningite), emorragie al cervello o ventricoli, convulsioni ed ematoma subdurale. Quest’ultimo è un coagulo di sangue tra il cervello e il cranio, che, comprimendo il cervello provoca mal di testa, paralisi, coma o addirittura la morte a seconda della sua grandezza.

Ematoma sottodurale da drenaggio eccessivo dell'idrocefalo
La ricomparsa di sintomi di malfunzionamento della valvola
Ematoma sottodurale da drenaggio eccessivo dell’idrocefalo
La ricomparsa di sintomi di malfunzionamento della valvola
Ulcerazione ed infezione della valvola per il trattamento di idrocefalo
Infezione nel punto di entrata del catetere distale nella cavità addominale
Ulcerazione ed infezione della valvola per il trattamento di idrocefalo

Infezione nel punto di entrata del catetere distale nella cavità addominale

Come risolvere il mio caso?