ERNIA DEL DISCO LOMBARE

Che cosa è un ernia del disco lombare?

Compressione del nervo radice da ernia del disco lombare
È il risultato di degenerazione e la perdita delle proprietà elastiche del disco intervertebrale. I dischi sono strutture fibrose come cuscinetto tra ogni due vertebre e cuscino i movimenti della spina dorsale. Varie patologie o traumi, o semplicemente l’età causare il disco a perdere la loro elasticità e può diventare frammentato. Se la totalità o parte del disco interessato si muove dal suo posto normale, si può comprimere strutture nervose (radici nervose, midollo spinale) e causare sintomi come mal di schiena irradia alle gambe (sciatica), sensazione di intorpidimento, debolezza in una o entrambe gambe o molto raramente cambiano nel controllo di urina o feci. A seconda del grado di rottura dell’anulus del disco e il grado di di materiale del disco si parla di protrusione discale, prolasso del disco o sequestro del disco.
Compressione del nervo radice da ernia del disco lombare
 

Come si rileva un ernia discale?

RM di ernia del disco lombare
La diagnosi viene fatta mediante esame clinico e neurologico e confermato dal neuroimaging (TAC, RMN) e, talvolta, studi neurofisiologici (EMG).
RM di ernia del disco lombare
 

Quando l’intervento è indicato?

opzione chirurgica è indicata come una misura terapeutica in termini di caratteristiche personali del paziente, il decorso clinico e dei risultati di test diagnostici effettuati, solo quando i trattamenti conservativi hanno fallito (riposo, farmaci, riabilitazione, cambiamento di attività, se possibile, ecc.) Due dei tre pazienti che non necessitano di intervento chirurgico di ernia. Nella maggior parte dei casi, l’intento è l’intervento chirurgico curativo. Tuttavia, a volte ha il solo scopo di stabilizzare i sintomi e, se possibile alleviare il dolore. I pazienti operati in una sola occasione in futuro, potrebbe richiedere nuovi interventi finalizzati allo stesso livello o di altro della colonna vertebrale.

Qual è il problema?

L’intervento chirurgico di ernia del disco lombare è conosciuto genericamente come “discectomia” e richiede una serie di studi pre-operatorio, come in qualsiasi altro intervento (radiografia del torace, ECG, esami del sangue). E ‘eseguito in anestesia regionale o generale, a seconda dei casi e le condizioni del paziente. È la rimozione del disco degenerato (o frammento di esso) e la liberazione delle strutture neurali compresso. Questo può essere fatto utilizzando molte tecniche, che variano in aggressività. A seconda del tipo di ernia, il morfotipo e il peso del paziente e la sua opera, verrà mostrata una tecnica o un altro.

La rimozione di ernia del disco lombare aperto
Open discectomia lombare
La rimozione di ernia del disco lombare aperto
Open discectomia lombare

La tecnica tradizionale è la discectomia. Precedentemente un’incisione 8-10cm e tramite lo stesso canale indirizzata al midollo spinale e le sue radici e rimosso il pezzo di disco che è venuto fuori la sua parte naturale e altri tessuti del disco (anche conosciuto come il nucleo polposo). Nel corso degli anni, il microscopio è stata introdotta, che ha ridotto la dimensione di 3 centimetri incisioni. Più tardi venne l’endoscopio e quindi la riduzione di 1,6 centimetri incisioni. Ciò ha ridotto l’aggressività e hanno contribuito ad una rapida ripresa e pieno. Ma ricordate che risolve il dolore discectomia gamba, ma non dolore alla schiena, che riapparirà nel tempo e richiedono altri interventi chirurgici. Il problema è aggravato quando il paziente è pesante o ha una professione che richiede sollevamento di carichi pesanti o violento esercizio fisico.

Scar discectomia aperta per ernia del disco lombare
Scar microdiscectomia per ernia del disco lombare
Scar discectomia aperta per ernia del disco lombare
Scar microdiscectomia per ernia del disco lombare

Un altro grande gruppo di opzioni tecniche percutanee o nucleotomia laser. Permettere la rimozione limitate di materiale del disco e questo è indicato soprattutto per le piccole ernie contenute. L’ozono può anche essere applicata, che è efficace in alcuni casi.

Nucleotomia trattamento percutaneo dell'ernia del disco lombare
Ozono terapia nel trattamento dell'ernia del disco lombare
Nucleotomia trattamento percutaneo dell’ernia del disco lombare
Ozono terapia nel trattamento dell’ernia del disco lombare
Microdiscectomia endoscopica transforaminale
Una terza opzione è la microdiscectomia endoscopica transforaminale. In questo caso l’ernia non viene rimosso dal posteriore, ma dal lato strada. In mani esperte dà ottimi risultati, ma non si applica se c’è l’ipertrofia della stenosi faccetta comune o forame. E ‘anche più complicato per il disco L5-S1, soprattutto se la cresta iliaca è prominente.
Microdiscectomia endoscopica transforaminale
 

Qual è il solito post-operatorio?

Dopo l’intervento di discectomia, il paziente ha di solito una lunga permanenza nel settore del recupero post-anestetico (risveglio) e poi ritorna nella sua stanza. Restano di solito per 1-2 giorni in ospedale e ha ricevuto la cura quotidiana in relazione alla chirurgia, farmaci, cambiamenti posturali, un monitoraggio costante e la riabilitazione precoce nei casi appropriati. Di solito il dolore alla gamba si riduce o scompare dopo un intervento chirurgico, lasciando il disagio di lesione alla schiena. Questi sono piccoli più piccola è la dimensione della ferita, così una piccola ferita è adatto per una pronta guarigione. Di solito si può scendere dal letto poche ore dopo l’intervento chirurgico, una volta superato l’anestesia. Talvolta il disagio gamba può persistere o addirittura peggiorare, che di solito è transitoria e regredisce con il riposo a letto e farmaci adeguati.

 
Quali sono i rischi, complicazioni e possibili conseguenze?

Lesioni dei grossi vasi addominali durante la discectomia lombare

I rischi di intervento sono quelle di qualsiasi procedura chirurgica (reazione agli anestetici, infezioni, emorragie). condizione precedente del paziente dopo l’intervento le malattie e la successiva evoluzione.

Possono verificarsi complicanze intra-o post-operatoria, anche se molto rari, può essere importante: il coinvolgimento delle radici nervose, gonfiore del disco (discitis), ematoma profonda ferita, drenaggio del liquido cerebro-spinale (CSF fistola) e, molto raramente lesioni del midollo, spinale o lesioni dei grossi vasi dell’addome o lesioni dell’uretere.

Lesioni dei grossi vasi addominali durante la discectomia lombare
 

La comparsa di sequele dipende principalmente l’intervento dello stato precedente. La perdita di forza o di controllo dei danni nella formazione gabinetto di lunga data di solito non guariscono completamente, ma di solito, almeno, stabilizzare o addirittura migliorare in molti casi, ma non tutti.

Cosa succede al momento della dimissione dall’ospedale?

In generale, dopo un paio di settimane dopo l’intervento chirurgico, i pazienti possono riprendere le loro normali attività, evitando significativo sforzo fisico, e piegato in avanti (ad esempio, fare i letti). Volte seguita da un trattamento medico e seguire un programma di riabilitazione.

Come risolvere il mio caso?